Come diventare Account Manager

Molti annunci di lavoro parlano di Account Manager. Ma chi è, che cosa fa e come si diventa account manager.

L’Account Manager è il responsabile della gestione, sviluppo e mantenimento dei clienti di un’azienda, e del consolidamento del business aziendale. Il suo compito principale è gestire i rapporti tra l’impresa e i clienti, per i quali è un punto di riferimento. L’Account Manager lavora a stretto contatto con il direttore commerciale o l’Industry Manager, ed è l’anello di congiunzione tra il reparto sales e le esigenze dei clienti. È un dipendente e non un libero professionista, ed è questa caratteristica a renderlo diverso da un agente di commercio.

A metà tra la vendita e l’assistenza clienti, l’Account Manager si occupa del portafoglio clienti già esistente. Gestisce il rapporto con i clienti, soprattutto dal punto di vista commerciale, fornisce assistenza per ogni problema o necessità ed ha la responsabilità della soddisfazione e fidelizzazione della clientela. L’obiettivo dell’Account Manager è di far crescere il fatturato derivante dai clienti che gestisce, rafforzando al tempo stesso la relazione tra i clienti e l’azienda. Un Account Manager deve individuare ogni possibile sviluppo di business, oltre alle opportunità di mercato già sfruttate.

L’Account Manager sviluppa strategie commerciali adeguate per proporre ai clienti beni e servizi dell’azienda e incrementare il fatturato. Deve quindi conoscere e anticipare le esigenze dei clienti e proporre prodotti, servizi e soluzioni in grado di soddisfare tali esigenze. Avendo a che fare ogni giorno con gli acquirenti dei servizi e dei prodotti dell’azienda per cui lavora, è infatti in una posizione perfetta per identificare le nuove opportunità di vendita tramite upselling cross-selling

Per realizzare gli obiettivi di crescita e fatturato, un buon Account Manager deve avere una conoscenza molto approfondita del mercato e del settore in cui operano l’azienda ed i suoi clienti. E’ fondamentale analizzare il business, gli obiettivi e l’organizzazione aziendale del cliente, identificando i processi, le dinamiche e i decision makers che ne influenzano le scelte.

L’Account Manager trova lavoro in aziende di ogni tipo, tra cui aziende produttive, società di consulenza, fornitori di servizi, agenzie di comunicazione e pubblicitarie.

In generale, chi lavora nell’account management deve raggiungere obiettivi di vendita, fatturato e mantenimento dei clienti. Gli obiettivi vengono solitamente stabiliti dal direttore commerciale. Questa situazione comporta un notevole carico di stress, soprattutto quando si avvicinano le scadenze: la resistenza allo stress è una caratteristica fondamentale dell’Account Manager, insieme alle capacità di vendita e alle doti organizzative ecomunicative.

Come diventare Account Manager

Senza ombra di dubbio, quello dell’Account Manager non è un mestiere da improvvisare, anzi richiede una precisa formazione. Un corso di laurea in comunicazione e marketing può dare le giuste basi, ma solo con un percorso settoriale e specialistico in management si possono apprendere le giuste competenze.

Il contatto con il mondo del lavoro è perciò fondamentale per la formazione professionale e l’accompagnamento risulta dunque fondamentale. Da Junior Account Manager a Senior Account Manager è un attimo se le basi sono, dunque, quelle giuste!

Il Master in Business Management di AFORISMA School of Management, con specializzazione in Administration, Finance & Control ti dà l’opportuna formazione e le giuste competenze per immetterti nel mondo del lavoro come Account Manager.

Altre curiosità

▶︎  L’Account Manager è strettamente legato al progresso aziendale: quanto più il lavoro sarà svolto in modo idoneo quanto più l’azienda avanzerà in termini di crescita e sviluppo, il che comporterà ad un maggiore riconoscimento economico per la figura.

▶︎ Il Key Account Manager è l’account manager che cura i rapporti con i clienti più importanti dell’azienda.

▶︎  Il Sales Account Manager è invece la figura più orientata alle vendite, il responsabile unico dell’organizzazione di vendita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.